Team of developers working with virtual reality glasses during a business meeting. Young business colleagues brainstorming using VR goggles.

Realtà virtuale e formazione

FORMAZIONE

Con i nuovi progressi nell’intelligenza artificiale (AI), nella realtà aumentata (AR), nella realtà virtuale (VR) e nell’apprendimento automatico, la tecnologia sta trasformando il settore della formazione a un ritmo accelerato. È facile farsi prendere dal clamore della nuova tecnologia senza comprendere appieno i vantaggi e gli svantaggi. L’istruzione deve aver luogo sia per i progettisti didattici che per i leader dell’apprendimento per comprendere gli aspetti economici coinvolti e il valore potenziale per gli studenti e per il business.

Sfruttare la tecnologia nel modo giusto può aiutare a migliorare le prestazioni dei dipendenti. Sappiamo che il potere del fare ha un enorme impatto sullo sviluppo delle competenze e queste nuove tecnologie possono supportare quel potere. Le tecnologie ci consentono di andare oltre lo sviluppo delle competenze di base per migliorare le prestazioni dei dipendenti.

Queste tecnologie hanno il potenziale per portare la formazione al dipendente in modo più dinamico e controllato, ad esempio possono rendere gli ambienti ad alto rischio sicuri per l’apprendimento. L’esempio classico è l’uso della realtà virtuale per la simulazione di volo. Se un pilota ha difficoltà gli possono essere fornite informazioni su cosa è andato storto per evitare che la stessa sequenza di eventi si verifichi nella vita reale. Questo tipo di ambiente migliora l’apprendimento fornendo un’esperienza sicura ma preziosa.

Prevediamo che l’investimento in queste tecnologie emergenti aumenterà in modo esponenziale nei prossimi anni, ma sarà mirato. Per comprendere meglio l’impatto che questo investimento avrà sul settore della formazione, abbiamo chiesto a un gruppo di importanti società di formazione e sviluppo di condividere la loro prospettiva su come i metodi di erogazione dell’apprendimento come AI, AR, VR e machine learning daranno forma al futuro dell’apprendimento aziendale . Ci auguriamo che le prospettive condivise in questo rapporto forniscano un contesto per il processo decisionale in futuro e offrano una comprensione più profonda di come la tecnologia può aggiungere profondità all’apprendimento.

L’evoluzione della tecnologia applicata ai metodi di erogazione della formazione ha reso l’esperienza di apprendimento molto più specifica, personalizzata e misurabile di quanto non sia mai stata. Non solo possiamo mantenere l’esperienza interessante e coinvolgente per lo studente, ma ora possiamo capire come ottenere effettivamente ciò che l’apprendimento era inteso a fare: ottenere un cambiamento di comportamento e risultati aziendali attraverso la crescita della conoscenza. L’utilizzo di una varietà di modalità di consegna tramite software e la possibilità di misurarne l’efficacia in modo approfondito e granulare, ci ha permesso di ottimizzare l’esperienza per tutti. Ora le aziende possono sfruttare i dati che prima era impossibile ottenere, regolarli automaticamente tramite l’apprendimento automatico e ottenere valore per lo studente e per il business che è di ordini di grandezza maggiore che in qualsiasi momento nella storia. Sono finiti i tempi degli investimenti noiosi, universali, statici e non misurabili nell’apprendimento.

MIGLIORARE I FEEDBACK

Nuovi metodi di apprendimento esperienziale possono aiutare le organizzazioni a migliorare l’esperienza di feedback richiesta per lo sviluppo delle competenze. La capacità di una persona di migliorare il modo in cui svolge il proprio lavoro e portare valore all’azienda dipende da molti fattori, come la rapidità con cui riceve un feedback e in quale forma. Troppo spesso il divario tra quando si apprendono nuove capacità e quando riceve un feedback è su quanto appreso è troppo lungo. Inoltre, la natura del feedback è spesso incompleta.
Prendiamo un caso ipotetico in cui si sia effettuato un esercizio che preveda un gioco di ruolo. Una persona può scrivere “troppo aggressivo” sul modulo di feedback ma senza rilevare ulteriori livelli di specificità. Un feedback più completo e immediato può essere fornito con strumenti come il riconoscimento facciale per rilevare una fronte corrugata, l’analisi vocale per rilevare la tensione e dispositivi indossabili per rilevare la postura. L’aggiunta dell’interazione con gli avatar di realtà virtuale può ulteriormente migliorare l’immediatezza e la ricchezza del feedback, accelerando la consapevolezza di sé e lo sviluppo delle abilità.

MAPPATURA E ANALISI DEI DATI

La realtà aumentata si sta evolvendo. Le tecnologie di nuova generazione (note come AR 2.0) utilizzano tecniche di mappatura della profondità per eseguire la scansione di ambienti reali come il motore di un’auto, una stampante a colori o persino un paziente in terapia intensiva. Ciò fornisce un modello di riferimento 3D che il software AR nativo nel tuo smartphone o tablet può utilizzare per sovrapporre informazioni digitali aggiuntive. Il risultato: un’esperienza coinvolgente che fornisce informazioni avanzate sull’ambiente in cui ti trovi effettivamente.

Immagina di trovarti sul sito di Ground Zero, o sul muro di Berlino, o su una London Street, e di poter sovrapporre immagini storiche e informazioni sulla scena che stai guardando. Oppure apri il cofano della tua macchina e guarda una guida passo passo su come cambiare l’olio, sovrapposta al tuo motore. Oppure cammina intorno a un paziente e osserva lo scheletro, i muscoli e gli organi.

Con un uso più ampio di AI e ML, saremo in grado di fornire la formazione giusta alle persone giuste al momento giusto. I sistemi intelligenti impareranno non solo dalla precedente esperienza di apprendimento di un individuo, ma anche da fattori esterni, come i cambiamenti nei flussi di lavoro dell’azienda o le caratteristiche personali dei dipendenti. Ciò porterà a un effetto molto maggiore sullo sviluppo dei talenti e sulla crescita di ogni azienda.

I potenziali vantaggi di AI e ML si estendono ben oltre l’aumento della produttività. Le aziende che adottano queste nuove tecnologie acquisiranno rapidamente un vantaggio competitivo con un processo decisionale più informato, una maggiore efficienza operativa, risparmi sui costi e maggiori ritorni sui loro investimenti perché:

Con la capacità di analizzare volumi di dati, l’IA si tradurrebbe in decisioni migliori e più rapide.
Volumi di dati sarebbero aggregati e complesse attività analitiche completate in pochi minuti.
L’automazione di compiti banali consentirebbe ai lavoratori di dedicare più tempo ad attività creative e innovative.
Ampliamento della gamma di scenari educativi

APPRENDIMENTO E NUOVE GENERAZIONI

Le tendenze tecnologiche hanno influenzato attivamente le nuove generazioni in termini di istruzione. Questi cosiddetti nativi digitali sono riluttanti ad abbracciare la vecchia pedagogia. Invece, l’entusiasmo dei dipendenti ha costretto le organizzazioni a sostituire l’apprendimento passivo con esperienze di apprendimento più interattive. Il paradigma “imparare facendo” è più attraente per le generazioni che vedono nella norma un feedback costante e immediato, proprio come nei videogiochi a cui giocavano da bambini.

In secondo luogo, la realtà aumentata ha il potere di migliorare il mondo che percepiamo attraverso i nostri sensi. I progettisti didattici stanno creando esperienze di apprendimento ibride che collegano il mondo fisico e quello digitale. Queste esperienze aiutano i dipendenti a elaborare le informazioni aggiungendo un livello virtuale di informazioni sopra manuali, grafici, macchinari e strumenti attraverso le funzionalità dei loro dispositivi mobili come fotocamera, giroscopio e navigazione GPS.

Infine, i millennial sono stati esposti alla tecnologia sin da quando erano molto giovani. Questa sovrastimolazione li ha condizionati a essere più distratti, impazienti e talvolta deludenti. Questi studenti moderni attribuiscono un alto valore a ambienti di apprendimento coinvolgenti in grado di attirare la loro attenzione. La realtà virtuale offre una formazione immersiva unica che orienta i propri sensi all’esperienza educativa. Impostazioni realistiche che simulano scenari di vita reale possono essere utilizzate per sviluppare abilità in cui il contesto, il coinvolgimento e il processo decisionale sono imperativi nel percorso di apprendimento.

PERSONALIZZAZIONE DELL’APPRENDIMENTO

Le nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico, il web semantico e le interfacce vocali stanno trasformando il web in un assistente personale per chiunque disponga di una connessione Internet. Ciò ha notevolmente innalzato il livello delle aspettative di uno studente, che non è più convinto o coinvolto da una persona valida per tutti nell’apprendimento. Per soddisfare queste elevate aspettative, il mondo L&D deve sfruttare questi nuovi metodi di consegna e iniziare a parlare individualmente con ogni studente. Oggi, e per il futuro, è essenziale iniziare a fare affidamento su esperienze di apprendimento autoguidate per mantenere gli studenti coinvolti. Questo inizia con i problemi reali che i dipendenti affrontano quotidianamente. Grazie ai big data, i dipartimenti L&D possono iniziare a fornire soluzioni di apprendimento personalizzate e creare così comunità di apprendimento più dinamiche e coinvolte.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *