Students using modern technology tools like robots and VR goggles during lesson

Il futuro dell’eLearning è la Virtual Reality: 3 esempi pratici

L’industria dell’eLearning continua la sua rapida crescita, spinta dal Covid-19, diventando sempre più accessibile. Lo stesso accade per la Realtà Virtuale. Ricordi? Ne abbiamo parlato qui. Sebbene attualmente sia ancora più un espediente che un dispositivo onnipresente, studi recenti affermano che gli headset VR diventeranno sempre più utilizzati nell’eLearning nel prossimo decennio. 

Cosa significano eLearning e Virtual Reality?

L’eLearning, noto anche come apprendimento online o apprendimento elettronico, è l’acquisizione di conoscenza che avviene attraverso tecnologie e media elettronici. 

La Virtual Reality è una simulazione al computer che consente a una persona di interagire in un ambiente visivo artificiale 3D o altro ambiente sensoriale. L’ambiente e gli oggetti presenti in esso sembrano reali e l’utente ha la sensazione di immergersi in questo mondo.  

VR e eLearning: una combinazione immersiva

In un classico ambiente di eLearning, gli studenti guardano immagini e testi al computer, interagiscono con il mouse. La realtà virtuale, invece, offre un’esperienza molto più coinvolgente, in quanto consente agli studenti di interagire con il materiale didattico in un ambiente virtuale. Ciò intensifica il coinvolgimento e facilita l’apprendimento.

Ad esempio, pensiamo ad un corso di geografia, dove gli studenti guardano sullo schermo del computer una mappa del mondo. E se potessero invece cliccare su uno Stato e ritrovarsi proprio lì, virtualmente? Con la VR, è possibile.

La realtà virtuale ha aperto nuovi ambienti di apprendimento che altrimenti non sarebbero possibili. Ad esempio, è possibile partecipare ad un corso sulla sicurezza in ambienti o con materiali pericolosi, senza incorrere in alcun rischio. Gli studenti apprendono le lezioni più rapidamente, grazie alla componente immersiva ed emotiva che si instaura. L’apprendimento per tentativi ed errori, ritenuto comunemente il più efficace, è possibile senza rischi per la persona e per i materiali.

3 esempi di tecnologia VR applicata all’eLearning

In un mondo in rapida evoluzione tecnologica, l’eLearning è al primo posto nelle attività di trasformazione digitale delle organizzazioni. Vediamo ora 3 esempi pratici:

XR Training

XR Training è la formazione dei dipendenti simulata in ambiente digitale grazie alla ricostruzione dell’ambiente di lavoro e di macchinari o strumenti tramite la Extended Reality (realtà virtuale, aumentata e mista) Queste tecnologie sono ampiamente utilizzate dagli istituti di formazione di tutto il mondo, in particolare nei settori come aviazione, elettronica, medicina e molti altri.

Grazie alla tecnologia immersiva della realtà virtuale, gli studenti entrano effettivamente in un mondo virtuale 3D che viene percepito come reale. Ma non finisce qui: l’esperienza è resa ancora più coinvolgente dalla possibilità di interagire con gli elementi virtuali.
Una recente indagine condotta della Stanford University e della Technical University in Danimarca ha rilevato una maggiore “memorabilità” dell’apprendimento XR. Rispetto ai metodi tradizionali, l’apprendimento immersivo è più efficace di ben il 77%.

2. Approccio “gaming”

La “gamificazione” è l’ultima novità digitale, adottata da marketing, IT e piattaforme di eLearning. L’apprendimento in realtà virtuale sembra un gioco ed è divertente e interattivo. I giochi, se implementati nel sistema come strumenti di apprendimento, hanno un impatto significativo: un approccio leggero, in grado di fissare i concetti molto più a lungo rispetto all’apprendimento tradizionale.

L’aggiunta di elementi basati sul gioco, come punteggi, attività a tempo e premi, aiuta a migliorare la motivazione e l’apprendimento. Il coinvolgimento aumenta se si aggiunge un pizzico di competizione tra i partecipanti.

Gli utenti, inoltre, ricevono costantemente feedback su ciò che hanno fatto bene e ciò che hanno sbagliato, con la possibilità di ripetere il percorso, cambiare e migliorare il proprio punteggio. 

3. eLearning customizzato

Le tradizionali piattaforme di eLearning si basano su conoscenze teoriche. La VR, invece, si basa su esperienze pratiche. Uno dei vantaggi della combinazione tra eLearning e VR è la possibilità di personalizzare i corsi e costruirli sulle esigenze delle organizzazioni e degli studenti: proprio come i videogiochi immersivi in cui i giocatori seguono percorsi diversi a seconda delle proprie prestazioni. 

Mentre l’eLearning convenzionale tende a trattare gli studenti come un’entità omogenea, l’eLearning personalizzato riconosce gli studenti come mix eterogeneo di individui. L’eLearning personalizzato è l’atto di personalizzare l’insegnante, l’ambiente, gli obiettivi di apprendimento, con lo scopo di riconoscere le competenze individuali e favorire l’assorbimento dei contenuti.

Richiedi una dimostrazione

La VR è il futuro dell’eLearning. La realtà virtuale fornisce alle aziende una piattaforma intelligente per creare un nuovo ambiente per la formazione dei dipendenti e l’assistenza ai clienti. Arwire si occupa di applicazioni AR e VR per la formazione. Contattaci per fissare un appuntamento.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *